ita | eng


" Interiorità "
Apparenza
(2009)
Terracotta e rame (170 cm)
La soul music ha rappresentato negli anni ’60 una prima vittoria sulla musica leggera che veniva prodotta dai musicisti bianchi, dominando per vent'anni le classifiche di vendita americane. Il soul, a poco a poco, si trasformò da  musica del disimpegno giovanile  a simbolo dell'identità nera: il termine soul acquista valore di parola d’ordine: è una qualità che i bianchi non possono né avere né imitare (…) in contrasto con l’aspetto affettato, preciso e ripulito delle opere cool rispunta la primitività nera che s’inserisce in ritmi semplici insistenti e grossolani, sovente a tre tempi. La battuta musicale con tempo “ternario” (3/4)  ha un primo tempo forte al quale succedono due deboli. Nell’opera di Folegatti il rapporto ternario pare simboleggiare questa impari relazione, dove due figure bianche, ormai remissive, cedono all’incedere dell’”anima” (traduzione del termine soul) dei neri, con una raffigurazione femminile che esprime una sensualità diretta, dura, tipica della soul music: un volto che si impone, diversamente dalle altre due immagini che sembrano perdere la propria identità, impossibilitate a colmare lo scarto tra le due culture musicali.



Dino Berti - Critico d'arte
Inaugurazione Atelier

San Pietro in Casale - Bologna, 12.07.2011